Ehilà. Sì, sono italiana. Spudoratamente milanese. Cerco di scrivere sia in italiano che in inglese perché vivo a Londra da più di dieci anni e perché mi piacciono tutte le parole, anche quelle che mi perplimono1.

Ho studiato matematica, questa pagina ne parla meglio. Ora sono il direttore esecutivo di una piccola iniziativa nel campo del perfezionamento dell’esperienza umana attraverso le relazioni interpersonali. Insomma, sono una moglie che fa la casalinga.

Scrivo. In passato ho sfornato recensioni cinematografiche, racconti autobiografici, editing e lanci di racconti altrui, documentazione tecnica di librerie grafiche, post su blog molto vari.

Ho avuto una vita complicata2; ma se è vero che quel che non strozza ingrassa, qui si prepara la cena.


  1. Non è solo una battuta. 

  2. Nelle parole di un anatomopatologo al mio oncologo: thank you for sharing with us this very difficult and interesting case. Son complimenti, eh.